L'unica centrale nucleare galleggiante al mondo aperta ai visitatori per la prima volta

L'unica centrale nucleare galleggiante al mondo è stata elogiata dagli ambientalisti
L'unica centrale nucleare galleggiante al mondo è stata elogiata dagli ambientalisti
abbonarsi  


La centrale nucleare galleggiante di Rosatom, Akademik Lomonosov, a Pevek, nella regione autonoma di Chukotka in Russia, è stata aperta ai visitatori per la prima volta come parte di un tour pubblico. Al viaggio di studio condotto da Alexey Yekidin, uno dei principali ricercatori dell'Istituto di ecologia industriale del ramo degli Urali dell'Accademia delle scienze russa, hanno partecipato ecologisti, accademici e rappresentanti di associazioni pubbliche.

I partecipanti hanno visitato la centrale nucleare galleggiante per raccogliere e analizzare dati sulla sicurezza ambientale e dalle radiazioni, nonché per valutare l'impianto e il suo funzionamento generale e per condividere i risultati con il pubblico. Gli ambientalisti hanno effettuato varie misurazioni sia all'interno che intorno alla stazione e nella città di Pevek.

I risultati hanno rivelato che solo le fonti naturali, come i radionuclidi naturali e le radiazioni cosmiche, causano radiazioni di fondo sia intorno alla centrale nucleare galleggiante che nella città di Pevek. In base ai rilievi è stato inoltre determinato che il valore medio di detta radiazione non superava 0.12 μSv/h in entrambe le regioni.

Alexey Yekidin, uno dei principali ricercatori dell'Istituto di ecologia industriale del ramo degli Urali dell'Accademia delle scienze russa, ha dichiarato in una dichiarazione sull'argomento: “Sono state effettuate più di 20 misurazioni nella zona industriale della centrale nucleare galleggiante. (FNPP), intorno ad esso e nella città di Pevek, e artificiale Nessun radionuclide è stato rilevato. Pertanto, si è concluso che il funzionamento della centrale nucleare galleggiante non pregiudica le condizioni radioecologiche della regione.

Nella sua dichiarazione, Alan Khasiev, presidente del Consiglio di coordinamento del Movimento ambientale pubblico interregionale "Oka", ha dichiarato: "Il nostro programma è stato attuato dal 2010. Durante questo periodo abbiamo condotto 44 ispezioni ambientali su vasta scala a molte delle centrali nucleari di progettazione russa che operano sia in Russia che all'estero, nonché alle centrali nucleari in costruzione. Il viaggio ecologico intorno a Pevek con la centrale nucleare galleggiante è la fase finale di questo programma”.

La biologa e membro del Partito dei Verdi Larisa Kosyuk ha espresso le seguenti valutazioni: “Il progetto FNPP può costituire un esempio per le tecnologie verdi nel settore energetico nel contesto della regolamentazione delle emissioni di carbonio introdotta dall'UE. Tali centrali sarebbero particolarmente vantaggiose nelle regioni dell'Artico e dell'Estremo Oriente della Russia, dove mancano le risorse energetiche idrologiche e il trasporto di combustibili come carbone e prodotti petroliferi è costoso. Secondo l'Agenzia internazionale per l'energia atomica, l'energia nucleare è la seconda fonte di energia del mondo, rappresentando il 10% della produzione mondiale di elettricità”.

Kirill Toropov, vicedirettore regionale di Rosenergoatom A.Ş., che ha raccontato ai partecipanti al viaggio di studio i cambiamenti avvenuti nella città da quando la centrale nucleare galleggiante è stata collegata alla rete, ha dichiarato: “La centrale nucleare galleggiante non solo ha portato una fonte di energia aggiuntiva, ma anche nel settore energetico della regione e del paese in generale, ha anche aperto una nuova pagina nello sviluppo delle tecnologie dei piccoli reattori modulari (SMR) nel settore energetico. Fin dalla sua messa in servizio, FNPP ha dimostrato di essere una fonte affidabile e innovativa di energia termica ed elettrica. Ripristino della flora e della fauna sia nella città di Pevek che nella baia di Chaunskaya con una riduzione del 30% delle emissioni di fuliggine del carbone dalla CHPP di Chaunskaya (centrale per la produzione di energia elettrica e calore) e il ritorno di foche e altri animali marini nell'acqua circostante È impossibile per non notare il suo contributo positivo al miglioramento della situazione ambientale delle masse”.

Il sindaco di Pevek Ivan Leyushkin, che ha sottolineato che il giro di ispezione è di grande importanza in termini di informazione dei residenti sulla sicurezza della produzione nucleare, ha rilasciato le seguenti dichiarazioni sull'importante ruolo svolto dalla centrale nucleare nello sviluppo della regione: “Dal momento che la messa in servizio della centrale nucleare galleggiante, ha un impatto sociale significativo, sono stati realizzati progetti per un valore di 107 milioni di rubli. La nostra collaborazione con Rosatom continuerà in futuro. Nel settembre di quest'anno è stato firmato un accordo di cooperazione tra il governatore della regione autonoma di Chukotka Roman Kopin e il direttore generale di Rosatom Alexey Likhachev”.

Esposizione del settore ferroviario Armin sohbet

Sii il primo a commentare

Yorumlar