Il futuro del trasporto pubblico in mare è stato discusso alla fiera Road2Tunnel

Il futuro del trasporto pubblico in mare è stato discusso alla fiera RoadTunnel
Il futuro del trasporto pubblico in mare è stato discusso alla fiera Road2Tunnel

Nella sezione del Forum marittimo, organizzata in collaborazione con İZDENİZ, si è discusso del futuro del trasporto pubblico marittimo e delle moto d'acqua senza emissioni di carbonio.

Il Transcity Sustainable Transportation, Livable Cities Forum si è tenuto anche insieme alla Road2Tunnel – 5th International Highways, Bridges and Tunnels Specialization Fair organizzata in collaborazione con İZFAŞ e ARK Fair Organization, ospitata dalla municipalità metropolitana di Smirne. Nella sezione Forum Marittimo del Forum, dove sono state discusse le dimensioni economiche, ambientali e sociali dei sistemi di trasporto urbano sostenibili, “Politiche di gestione dei trasporti marittimi urbani – Collaborazione tra settore pubblico e privato” e “Efficienza nei veicoli marini, energia di nuova generazione”. Systems and Future Technologies”, si è discusso del futuro del trasporto pubblico marittimo e delle moto d'acqua carbon free.

Nella sessione intitolata “Politiche di gestione dei trasporti marittimi urbani – Cooperazione nel settore pubblico e privato” moderata da Yusuf Öztürk, Presidente del Consiglio di amministrazione della filiale di Izmir della Camera della navigazione; Il Direttore Generale di Istanbul Metropolitan Municipality City Lines Sinem Dedetaş, Istanbul Sea Buses (IDO) Direttore Generale Murat Orhan, TURYOL Presidente del Consiglio Yunus Can, Izmir Metropolitan Municipality İZDENİZ Il Presidente del Consiglio Osman Hakan Erşen e lo Scrittore di Storia Marittima Ali Bozoğlu hanno preso parte come relatori .

Il futuro del trasporto pubblico in mare è stato discusso alla fiera RoadTunnel

Sinem Dedetaş, direttore generale di City Lines della municipalità metropolitana di Istanbul, ha dichiarato di aver trasportato 42 milioni di passeggeri all'anno prima della pandemia e ha affermato: "Quando includiamo il settore privato, c'è un numero annuo di passeggeri che raggiunge i 90 milioni. 2,5 milioni di persone si trasferiscono a New York, una delle metropoli più grandi del mondo. Istanbul è il luogo con il maggior numero di trasporti pubblici marittimi d'Europa. Il numero di passeggeri è estremamente alto su scala mondiale e in un luogo importante. La finzione di Istanbul, a guardarla, è una città situata sul Bosforo. Prima della terra, la rotta marittima del trasporto pubblico a Istanbul. Oggi la sua quota nel trasporto pubblico è scesa al 3 per cento” e ha spiegato che stanno lavorando per aumentare la quota.

Sinem Dedetaş, affermando che l'aumento del trasporto marittimo non può essere fatto solo aprendo nuove linee verso il mare o inserendo nuovi veicoli, ha affermato: “Oggi corriamo contro il tempo, preferiamo il mezzo di trasporto più veloce. Secondo uno studio; 15 milioni di abitanti di Istanbul possono raggiungere una fermata dell'autobus a meno di 500 metri dalle loro case. Mentre 13 milioni di residenti di Istanbul possono accedere alla stazione della metropolitana, solo circa 900mila abitanti di Istanbul possono raggiungere il molo. Per aumentare la quota sul totale è necessario analizzare bene la situazione attuale e utilizzare correttamente le risorse. Considerando le condizioni attuali, facendo un'analisi efficiente e considerando il beneficio totale, dovrebbe essere fatta una pianificazione. Prevedendo l'integrazione dei sistemi terrestri, ferroviari e marittimi, vengono effettuati studi per aumentare la quota sul totale realizzando opere di alimentazione del mare con trasporti a distanze più brevi.

Flotta di traghetti elettrici per Istanbul

Dedetaş ha anche affermato che stanno lavorando per decarbonizzare i mari di Istanbul e ha affermato: "Stiamo pianificando di passare a una flotta congiunta con il settore pubblico e privato in merito a questo. Quando uniremo la flotta, passeremo a un modello di lavoro efficiente. Quando si parla di Istanbul, viene in mente il traghetto, uno dei suoi valori simbolici iconici. Stiamo progettando di avere nuove navi a vapore che conserveremo l'immagine iconica. Fornire unità di flotta è importante anche in termini di gestione delle spese. Si impegna a rendere Istanbul priva di emissioni di carbonio entro il 2050. Dobbiamo servire con una flotta priva di emissioni di carbonio eliminando la separazione del piroscafo e del motore. I cantieri navali turchi sono specializzati nella realizzazione di barche elettriche. Non ci sono problemi nella produzione di barche elettriche, stiamo pensando di costruire una flotta di barche elettriche, il cui numero aumenterà a 100 nel tempo”.

Trasporto marittimo a Smirne

Comune metropolitano di İzmir İZDENİZ Il presidente del consiglio di amministrazione Osman Hakan Erşen ha dichiarato che trasportano 800mila veicoli e 18 milioni di passeggeri all'anno e ha affermato: “Serviamo con 7 navi nel trasporto di veicoli. Abbiamo ottenuto il successo principale qui aumentando il numero di viaggi con l'aumento del numero di navi. Nonostante l'aumento delle spese di carburante e del personale, operiamo ogni 15 minuti su tutte le linee nelle ore di punta e, quando non basta, passiamo subito al sistema di riempimento e scarico attivando le navi di scorta. Ad esempio, il 9 settembre abbiamo trasportato 5mila veicoli, sono stati trasportati 82mila passeggeri. È stata anche la visione del nostro sindaco Tunç Soyer, abbiamo cercato di costruire un ponte galleggiante perché non abbiamo sottopassaggi e sistemi ferroviari perché non abbiamo ponti come a Istanbul. Abbiamo raggiunto questo obiettivo su piccola scala, possiamo soddisfare l'attuale necessità, ma se necessario possiamo aumentare il numero lanciando 7 delle 7 navi. Il nostro problema principale è il molo, con l'aumentare del numero di viaggi, potrebbero esserci dei ritardi nell'attracco. Abbiamo pensato di realizzare questa linea anche da Alsancak, ma il fatto che Alsancak Port sia un'area vincolata per ora ci lega le mani. I negoziati necessari stanno proseguendo e, se possibile, stiamo valutando l'apertura della linea Bostanlı - Alsancak come seconda linea", ha affermato.

Erşen ha affermato: “Il nostro problema principale è che, proprio come a Istanbul, i prezzi dei nostri biglietti sono solo un terzo dei nostri costi. Questo servizio è attualmente attivo con il supporto del nostro Comune Metropolitano di Smirne. Altrimenti, qualcosa che è fisicamente impossibile come compagnia di navigazione continua. Spero che ci saranno sviluppi in questo senso, in modo che le nostre perdite diminuiscano. Non è il danno che una compagnia di navigazione può sopportare fisicamente dopo gli aumenti di carburante. Sfortunatamente, le nostre navi da crociera si trovano nella stessa situazione. Stiamo facendo del nostro meglio per non ridurre la qualità del servizio e dei voli. Infatti, oltre al trasporto intra-Golfo, abbiamo avviato i voli Urla, Mordoğan e Foça, che abbiamo organizzato nella stagione estiva, così come i voli da Smirne a Mitilene”.

Il trasporto pubblico in mare non è possibile senza incentivi

Murat Orhan, direttore generale di Istanbul Sea Buses (IDO), ha dichiarato che hanno fornito servizi interurbani piuttosto che servizi urbani e ha affermato: "Molte competizioni si sono sviluppate contro di noi. La politica di remunerazione di Osmangazi Bridge è come un aumento annuo del 25%. Anche le spese per il carburante mettono sotto pressione tutte le nostre linee internazionali. Anche i prezzi ci hanno influenzato molto negativamente. Conosciamo tutti i costi. Le voci di costo principali sono; carburante, personale, manutenzione e riparazione, assicurazione, affitto sono il 94 per cento di tutte le spese. Anche se salvi il resto, non è possibile risolvere il problema. A causa di problemi simili, siamo assenti dalle linee nazionali dal 2019, trasportiamo solo veicoli e passeggeri tra Sirkeci e Harem. Il trasporto pubblico in mare non è un'attività possibile senza incentivi. È difficile in termini di sostenibilità", ha affermato, affermando che la municipalità metropolitana di Hatay ha effettuato i viaggi Hatay - Repubblica turca di Cipro del Nord con i propri autobus marittimi, che stavano lavorando per le isole dell'Egeo e che i negoziati su questo tema in Marmaris, Fethiye e Bodrum erano sia con le autorità ufficiali che con le autorità greche per il 2023. hanno annunciato che sta continuando.

È richiesto supporto

Yunus Can, presidente del consiglio di TURYOL, ha dichiarato che trasportano 55-60mila passeggeri al giorno e che forniscono servizi di noleggio di navi al pubblico e ha affermato: "Il mare è l'area in cui verrà effettuato il minor investimento per aumentare il trasporto marittimo. Ci deve essere un'integrazione territoriale che li possa nutrire. Di conseguenza, il numero di passeggeri aumenterà sia a Istanbul che a Smirne. Esprimendo di non avere obiezioni all'unità della flotta presa di mira a Istanbul, Yunus Can ha anche richiamato l'attenzione sui costi crescenti e ha affermato che il trasporto pubblico marittimo deve essere sostenuto e sovvenzionato dalle amministrazioni centrali o locali. Anche lo scrittore di storia navale Ali Bozoğlu ha parlato dell'avventura del trasporto marittimo dalla storia ai giorni nostri.

Sistemi energetici di nuova generazione

Nella seconda sessione del forum si è discusso di “Efficienza nei Veicoli Navali, Sistemi Energetici di Nuova Generazione e Tecnologie del Futuro”. Nella sessione moderata da Osman Hakan Erşen, Presidente del Consiglio di Amministrazione della Municipalità Metropolitana di Izmir İZDENİZ, Ercan Türkoğlu, Presidente del Consiglio di Amministrazione di İZENERJİ e İZDENİZ, Dipartimento di Fisica della Facoltà di Scienze e Arti del METU il prof. Dott. Bülent Gültekin Akınoğlu, NAVTEK Marine Technologies Inc. Il direttore generale Ferhat Acuner e il membro del cantiere navale Aksoy Ship Gelibolu Oya Aksoy hanno preso parte in qualità di relatori. In termini di ambiente marittimo sostenibile e ambientale, è stata sottolineata l'importanza delle navi elettriche al fine di evitare le emissioni di carbonio. Esperti, veicoli elettrici di nuova generazione; Ha richiamato l'attenzione sull'importanza di gestirlo utilizzando fonti di energia rinnovabili al 100% senza danneggiare le persone, l'ambiente e le risorse energetiche. È stato inoltre affermato che siamo tra i maggiori Paesi i cui cantieri sono adeguatamente attrezzati e pronti in tal senso. Attirando l'attenzione sul basso costo dell'energia rispetto ai veicoli a combustibili fossili, gli esperti hanno affermato che dovrebbero esserci incentivi per le navi senza emissioni di carbonio e che questo dovrebbe essere pavimentato con il sostegno del governo.

Nell'ultima parte del forum, l'autore del consiglio di İZDENİZ, Muzaffer Ayhan Kara, è stato un relatore e si è tenuta una sessione sui trasporti nel Golfo dal passato al presente.

Annunci simili

Sii il primo a commentare

Yorumlar