Discussa la nave di amianto in partenza per lo smantellamento ad Aliağa

È stata discussa la partenza della nave di amianto per l'inserimento di Aliagada
Discussa la nave di amianto in partenza per lo smantellamento ad Aliağa

Nae Sao Paulo, la gigantesca portaerei con amianto, che doveva essere smantellata ad Aliağa, è stata discussa al Consiglio municipale metropolitano di Smirne. Facendo dichiarazioni sull'argomento, il presidente Soyer ha elencato uno per uno i suoi dubbi sulla nave e ha detto: "La cosa principale è che un presidente protegge la città in cui vive un membro del parlamento".

La prima sessione del Consiglio municipale metropolitano di Izmir in agosto si è tenuta presso l'Ahmed Adnan Saygun Art Center (AASSM). Nell'assemblea presieduta dal sindaco della municipalità metropolitana di Izmir Tunç Soyer, sono state espresse preoccupazioni per lo smantellamento della portaerei brasiliana Nae Sao Paulo ad Aliağa. Il presidente Tunç Soyer ha anche annunciato che presenterà le principali organizzazioni dei prossimi tre mesi all'assemblea che si terrà nell'antica città di Smirne mercoledì 10 agosto. Soyer ha detto: “Settembre, ottobre e novembre saranno molto impegnativi. Ci sono molti eventi, ci sono organizzazioni. Voglio darvi informazioni su tutti loro", ha detto.

La politica è questione di dubbio e curiosità

Dopo le parole del membro del consiglio dell'MHP Hakan Şimşek sulla nave con l'amianto, il presidente Tunç Soyer ha elencato uno per uno i suoi dubbi sulla nave. Il presidente Soyer ha dichiarato: “Hakan Bey ha detto: 'Sono pienamente d'accordo con ciò che ha detto il nostro rappresentante del governo, il nostro ministro, penso che sia vero'. Dicono che è contro la loro natura; Se così fosse, non c'era bisogno di un'elezione o di un cambio di governo. Nell'anno di Sittin, i governi continuerebbero, i comuni continuerebbero. Abbiamo creduto fino alla fine. Questo non è vero, né è possibile. La politica è questione di dubbio e curiosità. Dubiti di quello che dice un manager. Guardi per vedere se hai prove in cui credere. Ma potresti non crederci. Come individuo, accetti fin dall'inizio che non tutto ciò che dice un funzionario governativo sarà vero. Si fa politica non pensando alla possibilità di avere ragione fin dall'inizio, ma pensando alla possibilità di avere torto».

"Queste non sono proprietà di nostro padre"

Affermando che ci sono 22 aziende che svolgono questo lavoro ad Aliağa, il presidente Soyer ha affermato: “Purtroppo, solo 8 di loro hanno il certificato di conformità dell'Unione europea. Questo mi ha fatto sospettare dello smantellamento lì. Questo è stato il mio primo dubbio. Il secondo sono le cifre per la nave gemella Clemence: 760 tonnellate. La nave gemella è prodotta dalla stessa macchina. Pertanto, la probabilità di 9 tonnellate di amianto su una nave del genere è quasi inesistente. In terzo luogo, è stata menzionata la società norvegese. In quel rapporto si afferma che il 12 per cento della nave è stato esaminato. Pertanto, una valutazione basata sul 12 per cento non dovrebbe farti dire: 'Non c'è niente di pericoloso in questo'… Essere un paese, essere una città, come l'India o il Bangladesh, che è trattato come un paese del terzo mondo, mi fa male. Tutto questo mi fa dubitare. Ho ascoltato i funzionari dell'azienda perché sono scettico. Se ho intenzione di oppormi a qualcosa, ho bisogno di sapere perché. Questo è un motivo sufficiente per essere scettico. I membri del consiglio di Aliağa, il comune di Aliağa dovrebbero essere maggiormente mobilitati. Se non ti prendi cura di Aliağa, non importa quanto spendi, allora si pensa che tu stia "fingendo". La cosa principale è che un presidente protegga la città in cui vive il membro del consiglio. Queste non sono proprietà di nostro padre. Abbiamo tutti un mandato limitato. Stiamo parlando di una città che ha 8 anni. Non dobbiamo permettere questo, dobbiamo proteggerlo. È nostro dovere primario trasmettere l'eredità che abbiamo ricevuto a coloro che verranno dopo di noi. È nostro dovere primario proteggere l'albero, il fiume e il mare di questa città. In seguito, continueremo a fare del nostro meglio il più a lungo possibile".

non lasciamo incustoditi

Il vicepresidente del gruppo CHP Murat Aydın, che ha preso la parola nella sezione dei discorsi della riunione, ha dichiarato quanto segue su Nae Sao Paulo: “Vogliono smantellare questa nave qui. L'aria, l'acqua e la terra di Smirne appartengono a tutti noi. Tutti coloro che amano il proprio paese e la propria città dovrebbero mostrare sensibilità a questo problema. Anche se non si oppone, dovrebbe cercare di capire cosa sta succedendo e prendere posizione contro il pericolo per la città. La natura, l'aria, l'acqua di Smirne kazanNon possiamo lasciarlo incustodito. Proteggere la salute e l'ambiente della popolazione di Smirne è il dovere fondamentale di questa assemblea".

Annunci simili

Sii il primo a commentare

Yorumlar