La NASA sceglie GE Aviation per il veicolo di prova della tecnologia elettrica ibrida

La NASA sceglie l'aviazione tardiva per lo strumento di test della tecnologia elettrica ibrida
La NASA sceglie l'aviazione tardiva per lo strumento di test della tecnologia elettrica ibrida

La National Aeronautics and Space Administration (NASA) degli Stati Uniti ha annunciato una partnership di ricerca con GE Aviation per lanciare un nuovo programma di test per veicoli con tecnologia elettrica ibrida. I test a terra e in volo del sistema di propulsione elettrica ibrida nella classe dei megawatt (MW) dovrebbero essere effettuati entro la metà del 2020.

I test di volo della tecnologia elettrica ibrida saranno condotti su un aereo di prova Saab 340B modificato e alimentato dai motori turboalbero CT7-9B di GE.

Nell'ambito del progetto Electric Driveline Flight Test (EPFD), la NASA finanzierà GE Aviation e i suoi partner per un totale di 260 milioni di dollari in cinque anni per accelerare l'uso delle tecnologie di volo elettriche ibride nell'aviazione commerciale. Dopo anni di sviluppo di parti per motori, generatori e convertitori di potenza di sistemi elettrici ibridi, GE maturerà sistematicamente un propulsore elettrico ibrido integrato per velivoli a corridoio singolo per dimostrare la prontezza al volo.

"Siamo lieti di avere l'opportunità di collaborare con la NASA per estrarre i motori elettrici ibridi dai nostri laboratori di prova e farli volare nei cieli e fornire soluzioni tecnologiche più sostenibili all'aviazione commerciale il più rapidamente possibile", ha affermato Mohamed Ali, GE Aviation Vicepresidente di Ingegneria. ”

Le tecnologie di propulsione elettrica ibrida che consentono di risparmiare carburante e ottimizzare le prestazioni del motore sono fondamentali per l'impegno di GE nel contribuire alla creazione di un futuro più sostenibile per l'aviazione. Mentre GE Aviation mira a raggiungere emissioni nette pari a zero per i suoi prodotti entro il 2050, i motori elettrici ibridi sviluppati contribuiranno a raggiungere questo obiettivo. Le tecnologie elettriche ibride sono altamente compatibili con il carburante per l'aviazione sostenibile (SAF) e l'idrogeno, così come le architetture avanzate del motore come la ventola aperta e i nuovi design avanzati del nucleo del motore.

"La NASA e i suoi partner accelereranno la transizione delle tecnologie EAP (Electric Aircraft Propulsion) verso prodotti commerciali e fungeranno da catalizzatore per la crescita economica", ha affermato Robert Pearce, direttore della direzione della missione di ricerca aeronautica presso la sede centrale della NASA a Washington. "Con l'integrazione di queste nuove tecnologie alternative di propulsione ed energia nella flotta, speriamo di migliorare significativamente le prestazioni economiche e ambientali del trasporto subsonico".

GE, in collaborazione con la NASA nel programma EPFD, fornirà anche indicazioni e dati per stabilire standard, certificazioni e requisiti normativi per i motori elettrici ibridi.

Il contratto EPFD si basa sulla vasta esperienza di GE Aviation nei sistemi elettrici ibridi e nella generazione di energia elettrica, le ampie capacità di ricerca e sviluppo di componenti di volo presso GE Research e GE Power. Le pietre miliari più importanti di GE sono elencate di seguito:

2009: Partecipazione alla ricerca Boeing Subsonic Ultra Green Aircraft Research (SUGAR). La NASA aveva richiesto l'identificazione di tecnologie aeronautiche che avrebbero ridotto le emissioni e il consumo di carburante per i futuri velivoli dopo il 2030. Il team ha valutato i sistemi di propulsione elettrica ibrida.

2013: Inaugurazione dell'EPIS Center (Electrical Power Integrated Systems Center) a Dayton, Ohio, focalizzato sullo sviluppo e il collaudo di componenti e sistemi di alimentazione elettrica per aeromobili.

2015: ricevuto con successo 110 MW di energia elettrica dal motore F1 in una cella di prova a livello del suolo. Quindi, nel 2016, è stata effettuata una dimostrazione dell'assorbimento di potenza MW in condizioni di altitudine che rappresentano il volo.

2016: Al banco prova è stata introdotta una macchina elettrica costituita da un motore/generatore di classe MW, che fornisce energia elettrica ad un'elica del diametro di 3 metri 35 cm.

2019: Dimostrazione di un motore/generatore di classe MW a 36 piedi di altitudine presso l'impianto Electric Aircraft Testbed (NEAT) della NASA nel nord dell'Ohio. GE la considera la prima macchina elettrica al mondo ad alta intensità energetica, di classe MW e kilovolt, testata in condizioni simili a quelle del volo.

Armin

sohbet

    Sii il primo a commentare

    Yorumlar