'Piano d'azione congiunto per il turismo' firmato tra Turchia e Russia

Firmato un piano d'azione congiunto per il turismo tra Turchia e Russia
Firmato un piano d'azione congiunto per il turismo tra Turchia e Russia

Il ministro della Cultura e del Turismo Mehmet Nuri Ersoy ha incontrato Zarina Doguzova, presidente dell'Agenzia federale del turismo russa, nell'ambito dell'"Incontro di cooperazione turistica Turchia-Russia" tenutosi in un hotel ad Ankara.

Dopo l'incontro tete-a-tete, il ministro Ersoy, che ha rilasciato una dichiarazione prima della cerimonia della firma del "Piano d'azione comune per il turismo", ha affermato di aver tenuto incontri di routine con i suoi colleghi russi sulla salute pubblica e la sicurezza dei turisti e di aver scambiato idee su come intervenire e migliorare i problemi che i turisti possono incontrare.

Notando che le decisioni sono state prese durante la riunione dei comitati tecnici e che hanno concordato sulle questioni che necessitano di miglioramenti, Ersoy ha espresso che è positivo per entrambe le parti che i problemi vengano risolti molto rapidamente.

Il ministro Ersoy ha proseguito così:

“Sapete, quest'anno, anche se è stato un anno molto difficile, c'è stato un movimento serio oltre le aspettative nel traffico dalla Russia al nostro Paese in termini di turisti. Alla fine di agosto ha superato i 2,5 milioni, ma entro la fine dell'anno sembra che ospiteremo più di 4 milioni di ospiti russi nel nostro Paese. La Russia è al primo posto quest'anno, come lo scorso anno, come il Paese che dà più ospiti alla Turchia”.

Le norme igieniche e le ispezioni diventeranno permanenti

Sottolineando l'importanza della certificazione del turismo sicuro o di tali studi durante le interviste, Ersoy ha affermato che il programma di certificazione è stato reso permanente dalla legge sugli incentivi turistici e che le norme igieniche e le necessarie ispezioni faranno parte della vita dopo l'epidemia.

Affermando che le condizioni epidemiche hanno insegnato al mondo intero l'importanza dell'igiene, Ersoy ha affermato di voler vedere le certificazioni e le ispezioni dei turisti quando scelgono i paesi in cui andranno, le strutture in cui alloggeranno e i posti dove mangiare.

Affermando che tali norme igieniche dovrebbero diventare permanenti, Ersoy ha affermato che la Turchia l'ha implementata con successo fino ad ora e che aggiungerà nuove norme igieniche dopo l'epidemia prendendo le disposizioni necessarie in base agli sviluppi.

I due Paesi sono pronti a collaborare per la sicurezza dei turisti

Zarina Doguzova, presidente dell'Agenzia federale del turismo russa, ha anche spiegato che la Turchia è il paese più popolare per i turisti russi e che è importante per il governo russo e per il turismo russo garantire la sicurezza dei suoi cittadini nel paese in cui si recano .

Doguzova, che ha dichiarato di aver discusso intensamente della questione della sicurezza negli incontri tenuti, ha dichiarato di essere sempre pronta a collaborare nell'ispezione della sicurezza dei turisti.

Rilevando di aver condiviso con il ministro Ersoy i problemi loro comunicati e di aver raggiunto un accordo sulla soluzione di questi problemi, la Doguzova ha affermato di aver discusso su cosa si potrebbe fare per aumentare il lavoro e le violazioni delle regole generali.

Notando che vogliono aumentare il numero di turisti turchi che si recano in Russia, Doguzova ha affermato di aver discusso di cosa si può fare su questioni come la domanda di visto elettronico, l'esenzione dal visto e la cooperazione valutata nel campo degli investimenti.

"Sono fiducioso che lo completeremo prima del 2021"

Successivamente, rispondendo alle domande dei membri della stampa, il ministro Ersoy, nella sua risposta alla domanda sull'obiettivo fissato per il 2022 nel numero di futuri turisti russi, ha ricordato che la Turchia ha ospitato più di 19 milioni di turisti dalla Russia prima del Kovid-7 scoppio.

Esprimendo che il numero di turisti potrebbe superare gli 8 milioni se non ci fosse l'epidemia, Ersoy ha affermato: “Ogni anno il numero aumenta e si torna al vecchio periodo. È l'inizio del 2022 per fissare un obiettivo in questo momento, ma posso dire con sicurezza che sono sicuro che lo completeremo prima del 2021. C'è intenzione da entrambe le parti. Entrambe le parti soddisfano rapidamente le condizioni necessarie”. disse.

Alla domanda sulla regione preferita dai turisti russi, Ersoy ha detto: "Fino all'anno scorso, potremmo dire che era principalmente mediterranea per gli ospiti russi. Ma soprattutto l'Egeo sta diventando popolare in Russia. Quest'anno siamo riusciti ad ospitare un gran numero di turisti russi, soprattutto nella regione di Bodrum e in altri distretti dell'Egeo”. ha dato la risposta.

Il ministro Ersoy ha aggiunto che l'Agenzia turca per la promozione e lo sviluppo del turismo (TGA) sta portando avanti un intenso programma promozionale in Russia dal 2019 e che ha anche messo in atto una strategia promozionale specifica per l'Egeo.

Dopo le dichiarazioni, Ersoy e Doguzova hanno firmato il "Piano d'azione comune per il turismo".

Armin

sohbet

    Sii il primo a commentare

    Yorumlar