Nuove misure per il coronavirus da IMM

nuove misure per il coronavirus da ibb
nuove misure per il coronavirus da ibb

IMM ha adottato una serie di misure da attuare a partire da giovedì 19 novembre, al fine di prevenire l'aumento della prevalenza a Istanbul, dove l'epidemia di Covid 19 è stata più intensa. In linea con le raccomandazioni del comitato consultivo scientifico dell'IMM, l'apertura dei corsi ISMEK, che dovrebbero iniziare la formazione faccia a faccia, è stata posticipata a una data successiva. Si è deciso di mantenere chiusi i centri culturali di IMM e di chiudere tutti i musei e gli impianti sportivi IMM gestiti da SPOR ISTANBUL. Le arti dello spettacolo con un pubblico saranno anche eseguite online nella sala interna.


La Municipalità metropolitana di Istanbul ha adottato alcune misure nell'ambito delle raccomandazioni del Comitato consultivo scientifico dell'IMM al fine di prevenire la diffusione dell'epidemia di Covid-19 sia nella società che tra i suoi dipendenti. Si è sottolineato che la decisione, che sarà attuata a partire da giovedì 19 novembre, non interesserà i servizi del Comune, che devono essere proseguiti. Nell'ambito delle misure, IMM, che ha iniziato a lavorare a distanza e alternativamente dal 9 novembre, ha rilasciato una dichiarazione al pubblico in merito alle decisioni prese e alla questione:

“L'epidemia di Covid 19 continua a diffondersi rapidamente come una seconda ondata a livello globale. Purtroppo, secondo gli scienziati, l'epidemia ha iniziato a diffondersi rapidamente nel nostro Paese e ha addirittura superato il suo effetto nel periodo aprile-marzo.

Gentile Ministro della Salute, Dott. Secondo le dichiarazioni di Fahrettin Koca, la città dove l'epidemia è più intensa nel nostro Paese è Istanbul. Di conseguenza, circa la metà dei casi e dei decessi si verifica a Istanbul. Analogo dato vale anche per i dipendenti di IMM e delle sue controllate. Nonostante tutte le misure che abbiamo preso a tutela dei nostri dipendenti e cittadini, da febbraio, quando il primo caso ufficiale non è ancora entrato nel nostro Paese, ad oggi, risultano positivi i test Covit-2000 di circa 19 dipendenti di IMM e dei suoi dipendenti affiliati. Inoltre, anche il nostro personale 1322 è in quarantena.

Le procedure per il rilevamento dei pazienti e i processi di quarantena richiedono tempo. Ad esempio, il personale che non mostra alcun sintomo sulla malattia viene rilevato solo attraverso test di routine, il che aumenta il rischio di diffondere la trasmissione fino a quando non viene identificato il personale al servizio del pubblico. Inoltre, quando aggiungiamo il personale non idoneo a lavorare nella circolare della Presidenza, è ovvio che c'è una grave perdita di forza lavoro.

In questo contesto, come IMM, sono state attentamente esaminate le raccomandazioni formulate dallo Scientific Advisory Board di IMM al fine di prevenire la diffusione della contaminazione sia nella società che tra i dipendenti e per prevenire eventuali interruzioni del servizio e sono state prese le seguenti decisioni:

  1. L'apertura dei corsi ISMEK, il cui periodo di registrazione continua e dovrebbe iniziare presto la formazione faccia a faccia, è stata posticipata a una data successiva. I corsi online continueranno in alcune aree.
  2. I dati scientifici indicano che palestre e piscine sono aree in cui la contaminazione si diffonde rapidamente. In questa occasione si è deciso di chiudere le strutture di proprietà di IMM e gestite dalla nostra affiliata SPOR ISTANBUL.
  3. Anche i Centri Culturali rimarranno chiusi.
  4. È stato deciso di eseguire arti dello spettacolo online nella sala interna.
  5. Si è deciso di chiudere tutti i musei appartenenti all'IMM che non rientrano nel perimetro a cielo aperto.

Parallelamente ai passi aggiuntivi che il nostro governo intraprenderà nell'ambito della lotta all'epidemia, le dimensioni della chiusura potrebbero espandersi ulteriormente. In questo contesto, tutte le altre operazioni comunali che devono essere eseguite continueranno le loro attività di routine.


sohbet

Feza.Net

Sii il primo a commentare

Yorumlar

Articoli correlati e pubblicità