Atatürk's Mansion: Where Is The Walking Mansion, How To Go

Atatürk's Mansion di cui non hai mai saputo: Walking Mansion
Atatürk's Mansion di cui non hai mai saputo: Walking Mansion

Yuren Kiosk è un palazzo semi-in muratura a due piani a pianta rettangolare costruito nella Yalova Millet Farm nel 1929.

Tarihi


Gazi Mustafa Kemal soggiornava in una tenda alla Baltacı Farm, che aveva acquistato per la prima volta a Yalova nel 1927. Mustafa Kemal, che amava moltissimo la città, passò dalla città, che visitò più volte, il 21 agosto 1929 per una visita a Bursa. Arrivato in città con lo yacht Ertuğrul, Mustafa Kemal ha attirato l'attenzione di un grande platano nella Millet Farm vicino al molo di Yalova.

Lo yacht è stato fermato su richiesta di Atatürk, che è rimasto colpito dall'aspetto del platano. Siamo scesi a terra con lo yacht. Dopo essersi riposato per un po 'all'ombra del platano, Atatürk ordinò che fosse costruita una villa intorno al grande platano.

Il palazzo, che iniziò a essere costruito il 21 agosto 1929, fu completato il 22 settembre, 12 giorni dopo.

Spostando il padiglione

Quando Atatürk un giorno nell'estate del 1930 andò alla villa, gli operai chiesero il permesso di tagliare il ramo del platano, dicendo che il ramo del platano accanto ad esso colpì il tetto della villa e danneggiò il tetto e il muro. Atatürk, invece, voleva che l'edificio venisse spostato in avanti sui binari del tram invece di tagliare il ramo del platano.

Questo compito è stato affidato al direttore della scienza Yusuf Ziya Erdem della municipalità di Istanbul a cui Yalova è affiliata. Erdem è venuto a Yalova con l'ingegnere capo Ali Galip Alnar e lo staff tecnico e ha iniziato a lavorare. La squadra, che ha iniziato scavando le fondamenta, è scesa al livello base e le rotaie del tram portate da Istanbul sono state collocate sulle fondamenta dell'edificio. Dopo lunghi sforzi, l'edificio è stato posizionato su binari inseriti sotto le fondamenta.

Il pomeriggio dell'8 agosto 1930 iniziarono i lavori esecutivi. Mustafa Kemal, Makbule Atadan, vicegovernatore Muhittin Üstündağ, direttore della Trust Science Yusuf Ziya Erdem, ingegneri e giornalisti di Istanbul hanno seguito questo studio.

L'esecuzione della villa è stata eseguita in due fasi. L'8 agosto, prima la parte a terrazza dell'edificio e nei restanti due giorni, è stata completata l'operazione del fabbricato principale su rotaie e l'edificio è stato spostato di circa 5 metri a est. Così, la villa è stata salvata dal crollo e dal taglio del platano. Inoltre, da quel giorno la villa iniziò a essere conosciuta come Walking Mansion.

Lo spostamento della villa è un evento importante in termini di dimostrazione dell'importanza che Mustafa Kemal attribuisce alla consapevolezza ambientale. Questo evento ha aumentato la consapevolezza sia della villa che di Yalova.

Mustafa Kemal Atatürk si è riposato in questa villa e sotto il platano a Yalova, dove ha visitato molte volte dopo questo evento. Come tutti gli immobili che possedeva dopo la sua morte, ha donato la villa alla nazione turca.

La fama del palazzo diminuì dopo la morte di Atatürk. Il palazzo, rimasto a lungo incustodito, è stato preso in manutenzione dal Comune di Yalova nel 2006 ed è stato restaurato e aperto come museo. Walking Mansion ha riacquistato la sua precedente reputazione dopo questo evento.

Caratteristiche della struttura

L'edificio, situato sulla costa di Yalova, oggi all'interno dell'Atatürk Horticultural Central Research Institute, è un edificio rettangolare in legno a due piani.

La parte superiore dell'edificio è ricoperta di tegole marsigliesi e ha un tetto a sedere. Le facciate sono rivestite in legno, e tra i piani sono rivestite con modanature del pavimento profilate e legno con diverse decorazioni. Le finestre e le persiane sono coperchi pieghevoli strutturati in modo convenzionale. Piastrelle pavimento ingresso mosaico nero e marmo. Il piano superiore ha normale pavimentazione in legno. Le pareti sono intonacate con malta cementizia e dipinte sull'intonaco di Baghdadi.

Si accede all'edificio dalla porta ovest. C'è una piccola sezione sulla sinistra all'ingresso. Questo posto era usato come un tè e una caffetteria quando Atatürk viveva nella villa, e oggi è un guardaroba. All'ingresso c'è un piccolo bagno di fronte. C'è una piccola stanza proprio accanto al bagno.

La sala riunioni attira l'attenzione nella direzione rivolta verso il mare. Anche l'amato grammofono di Atatürk è qui. Tutti e tre i lati di questa sala che si affacciano sul mare sono coperti da porte in cristallo.

Puoi salire le scale di legno a destra della porta d'ingresso. Nel sottoscala è presente un impianto di riscaldamento dell'acqua seminterrato a cui si accede dall'esterno. L'acqua riscaldata in una caldaia in ghisa con termostato arriva al piano superiore tramite tubazioni.

All'uscita, c'è un piccolo bagno e un bagno proprio di fronte. In questi servizi igienici e bagni al piano terra e al piano di sopra, ci sono porte che si aprono sulla camera da letto di Atatürk al piano di sopra e sul soggiorno al piano di sotto. Anche la stanza di riposo di Atatürk a sinistra si apre sulla terrazza.

Di fronte a questa stanza c'è una piccola camera da letto a forma di L. Diverse immagini della fattoria sono appese alle pareti della stanza. A sinistra delle scale, c'è un armadio con un servizio da tavola in porcellana belga da 32 persone, posate e cucchiai da 32 persone, 2 brocche di cristallo, trapunta, cuscino, lenzuolo e tovaglie di Atatürk.

Da qui si accede ad una seconda zona tramite una scala a 8 gradini. Da qui, puoi andare al molo di legno. Il molo è lungo circa 30 metri e largo 2 metri. Il vecchio platano, che ha causato lo spostamento della villa, si trova appena ad ovest della villa.

A circa 50 metri a ovest dello Yuruyen Kosk, la sala del generatore è stata costruita nella stessa data del padiglione. Il padiglione è stato illuminato con il motore elettrico Siemens da 110 volt che si trova qui.



chiacchierare

Sii il primo a commentare

Yorumlar