Dov'è la città antica di Perge? Storia e storia della città antica di Perge

Where is Perge Ancient City Storia e storia di Perge Ancient City
Foto: wikipedia

Perge (in greco: Perge) è un'antica città situata a 18 km a est di Antalya, all'interno dei confini del distretto di Aksu, una volta capitale della regione di Pamfilya. Si pensa che l'acropoli della città sia stata fondata durante il periodo dell'età del bronzo. Durante il periodo ellenistico, la città è considerata tra le città più ricche e più belle del vecchio mondo. È anche la città natale del matematico greco Pergeli Apollonio.

Tarihi


L'inizio della storia della città può essere studiato non solo singolarmente ma con la regione della Panfilia. Ci sono grotte e insediamenti appartenenti all'età preistorica nella regione. Le più conosciute tra le grotte sono la grotta Karain, la vicina grotta Karainin Öküzini, Beldibi, i bunker di roccia di Belbaşı e Bademağacı sono gli insediamenti preistorici più noti della regione. Esempi di insediamenti mostrano che la pianura di Pamfilya è un'area adatta e popolare fin dalla preistoria. È ammesso che il piano altopiano dell'acropoli di Perge sia una zona preferita per l'insediamento sin dalla preistoria. Gli studi sull'acropoli di Perge di Wolfram Martini hanno dimostrato che aC. A partire da 4000 o 3000, l'altopiano dell'acropoli è stato utilizzato come zona residenziale. Le pietre di ossidiana e pietra focaia trovate tra i reperti archeologici indicano che Perge fu usata come insediamento fin dall'età della pietra lucida e dall'età del rame. Negli studi sull'Acropoli, la prima sepoltura preistorica fu incontrata nella regione di Panfilia. I reperti di ceramica sono simili a quelli trovati solo nell'Anatolia centrale rispetto ad altri reperti anatolici.

Periodo impero ittita

Si comprende dall'iscrizione sulla lastra di bronzo trovata nel 1986 durante gli scavi di Hattuşa che la città di Perge ebbe un posto importante durante l'Impero ittita. AVANTI CRISTO. La lastra di bronzo risalente a poco prima del 1235 era il re ittita IV. Tuthaliya contiene il testo dell'accordo raggiunto tra i nemici e il re Vasal Kurunta. Il testo su Perge: “L'area della città di Parcha (Perge) confina con il fiume Kaštarja. Se il re di Hatti attacca la città di Parha, si piegherà con la forza delle armi, la città sarà collegata al re di Tarhuntašša ”. In questo accordo, che fu firmato a seguito della guerra, come inteso dal testo, la città e la regione di sua proprietà non rimasero con entrambe le parti e continuarono a mantenere la sua indipendenza. Sebbene il re ittita abbia il potere di dominare la città, possiamo accettare l'ipotesi che Pamfilya non sia molto interessata alla regione sudoccidentale. Si stima che Perge non abbia giocato un ruolo importante nel periodo tardo ittita. Deve aver vissuto come un piccolo insediamento sull'Acropoli.

Poco dopo l'incidente menzionato nella targa di bronzo, il gregge delle tribù marine in Anatolia iniziò e pose fine all'impero ittita. Alla luce delle informazioni epigrafiche, le ricerche etimologiche sulle lingue pamphyliane sono interpretate come le prime influenze elleniche arrivarono nella regione durante il tardo periodo miceneo e ittita. AVANTI CRISTO. Non esiste un documento scritto sulla prima colonizzazione ellenica risalente al 13 ° secolo. I commenti su questo argomento sono basati solo sui primi miti dell'eroismo ellenico. A seguito della guerra di Troia, si afferma che gli Akha ellenici arrivarono a Panfilia sotto la guida di Mopsus e Kalchas e stabilirono le antiche città di Phaselis, Perge, Syllion e Aspendos. AVANTI CRISTO. Gli eroi di Akha, Mopsus, Kalkhas, Riksos, Labos, Machaon, Leonteus e Minyasas, che furono nominati sulle basi della statua di Ktistes trovati nel cortile dietro le torri ellenistiche di Perge risalenti al 120/121, sono menzionati come i fondatori della città. Il fondatore mitologico della città, Mopsus, può anche essere dimostrato come una figura storica. F. Işık BC Entro la fine dell'VIII secolo a.C. Basato su un'iscrizione di Karatepe, datata all'inizio del VII secolo, afferma: Il re di Kizzuvatna Astawanda afferma che suo nonno era una persona di nome Muksus o Muksa. Questa persona deve assolutamente essere una discendente ittita. Basato sulle somiglianze tra Muksus e Mopsus, Perge e Parcha, Patara e Patar nel confronto ittita e infernale, afferma che in seguito fu accettato come Eroe dagli Elleni nell'antenato del cervello tardo ittita di Karatepe.

Artemis Pergaia, la dea della città, è sempre stata scritta come Wanassa Preiis sulla moneta della città di Perge. Preiis o Preiia dovrebbero probabilmente essere il nome della città. Il nome della città è stato scritto come "Estwediiys" nelle monete dei primi Aspendos e "Selyviis" in Syllion. Secondo Strabone, il dialetto pamphyliano era estraneo agli elleni. Iscrizioni nella lingua locale sono state trovate in Side e Sillyon. Arrian dice quanto segue in Anabasis; Quando i Kymelis arrivarono a Sidea, dimenticarono la loro lingua e iniziarono a parlare la lingua madre in breve tempo. La lingua in questione è solo nella lingua. Da ciò si possono trarre le seguenti conclusioni: Perge, Syllion e Aspendos hanno continuato ad essere una lingua attiva a Side e nei dintorni mentre parlavano la dialettica pamphylian, ed è accettata come lingua appartenente al gruppo linguistico linguistico.

L'ingresso alla città di Alessandro Magno

AVANTI CRISTO. Quando Alessandro Magno vinse la guerra di Granikos nel 334, salvò l'Asia Minore dal dominio dell'Impero achemenide. Secondo Arriano, le Bussole stabilirono una connessione con Alessandro Magno a Phaselis prima di venire a Pamphylia. Mandò l'esercito del re macedone da Lykia a Pamhylia attraverso il modo in cui i Traci si erano aperti sul Toro, e raggiunse Perge seguendo la costa con i suoi vicini comandanti. Poiché Arriano non parlava di alcuna guerra tra la città di Perge e l'esercito macedone, la città deve aver aperto le sue porte al re senza combattere. Sebbene la città fosse protetta da una forte cinta muraria nel periodo classico, non avrebbe dovuto voler combattere il potente esercito macedone. Alessandro Magno continua quindi a spostarsi verso Aspendos e Side: quando raggiunse Side, tornò a Perge via Aspendos. AVANTI CRISTO. Nel 334, nominò Nearchos come Rituale dello Stato di Lykia-Pamphylia. Più tardi, aC. Va a Gordion per trascorrere l'inverno del 334/333. Nearchos BC Nel 329/328 andò al campo di Alessandro Magno nella città di Zariaspa a Baktria. Nessun Satra viene menzionato dopo questa data, suggerendo che Lykia e Pamhylia molto probabilmente erano collegate al Grande Satra di Frigia.

La situazione di Perge dopo Alessandro Magno

La regione (Panfilia) fu divisa in due dopo il Trattato di Apameia. Nel testo del trattato, i confini del Regno di Pergamo e dei Regni seleucidi non sono stati determinati. Basandoci sul testo, possiamo concludere che: Aksu (Kestros), incluso Perge of Pergamum Kingdom, aveva la Panfilia occidentale, essendo il confine. Aspendos e Side rimasero indipendenti e divennero amici dei romani in entrambe le città. Nonostante il Trattato di Apemaia, il Regno di Pergamo voleva governare tutta la Panfilia. Aspendos, Side e forse Sillyon hanno protetto la loro indipendenza con l'aiuto di Roma. Pertanto, re II. Attalos ha dovuto fondare la città di Attaleia per avere un porto nel sud del Mediterraneo.

Scrittore romano Livio Concilio Romano Cn. Manlio voleva conquistare la città di Perge a Vulso. La città chiese al consiglio e chiese il permesso di chiedere al re Antioco di consegnare la città senza combattere. Cn. Manlio aspettava le notizie da Vulso Antiocheia. Il motivo dell'attesa del consiglio; Si può attribuire al fatto che la città aveva un forte sistema di difesa e che i Seleucidi avevano un forte presidio in città. Guardando gli scritti di EC Bosch; Dopo la pace in Apemeia, la Panfilia occidentale apparteneva al Regno di Pergamo entro i confini sopra menzionati. Ma Perge era indipendente nei suoi affari interni, sebbene non fosse del tutto libero. Cm Manlius fu liberato dalla pendenza dei Seleucidi su sua richiesta. Apparentemente, ci fu un cambiamento permanente nelle città di confine e di confine tra il Regno di Pergamo e il Regno di Selevkos.

Periodo romano

AVANTI CRISTO. Nel 133, il regno di Pergamo III. Fu trasferito nella Repubblica Romana con la volontà di Attalo. I romani stabilirono la provincia dell'Asia nell'Anatolia occidentale. Ma Pamfilya rimase fuori dai confini di questo stato. Uno dei punti che non è stato chiarito finora è se la parte della Panfilia occidentale appartenente al Regno di Bergama sia stata presa all'interno dei confini della Provincia dell'Asia. Forse le città di Pamphylia furono libere per un po 'o furono incluse nello stato. Il regno di Pergamo dominò la Panfilia occidentale fino a Kestros. Il fiume costituiva il confine naturale.

I romani furono in grado di avere voce in capitolo in Panfilia solo dopo la fine del dominio dei Rodi e la distruzione dei pirati cilici. Nel periodo romano, otteniamo le prime informazioni su Perge da ciò che Cicerone scrisse contro Verres. Verres BC Fu il questore del governatore della Cilicia nell'80-79. Il Governatore della Cilicia Publio Cornelio Dolabella ricoprì l'amministrazione come Governatore dello Stato. Spoglia il tesoro del tempio di Artemide Pergaia a Verres Perge. Secondo Cicerone, un Pergeli di nome Artemidoros lo ha aiutato. Pertanto, si comprende che; Pamfilya fu affiliata alla Cilicia in questo periodo.

AVANTI CRISTO. Nel 49, Cesare includeva Pamfilya nella Provincia dell'Asia. Impariamo dalla lettera che Lentulus scrisse da Perge a Cicerone; AVANTI CRISTO. Nel 43, Dolabella arrivò a Side, dove vinse una vittoria nella battaglia con Lentulus e fece di Side la città di confine tra la Provincia dell'Asia e la Provincia della Cilicia. Dalla lettera, concludiamo che Pamfilya era inclusa nello stato dell'Asia.

Mentre i territori romani erano divisi tra Ottaviano e Marco Antonio, la metà orientale rimase a Marco Antonio. Marcus Antonius punì le città dell'Asia Minore per aver affiancato il Ceaser Kaltilller. Pertanto, queste città sono state rimosse dall'essere alleati di Roma. Amyntas, re di Galazia, dominava la Panfilia orientale; Essere in grado di far parte dello stato dell'Asia occidentale della Panfilia deve aver continuato. AVANTI CRISTO. Dopo la morte di Aminta nel 25 agosto, i suoi figli non consentirono ai suoi figli di entrare nel trono e stabilirono la Provincia di Galazia. La Pampylia occidentale e orientale sono state fuse in un solo Stato. Cassius Dio BC. Per la prima volta nell'11 / 10 menziona il governatore di Pamfilya. Nel 43 d.C., l'imperatore Claudio fondò lo stato di Licia e Panfilia. Durante questo periodo, l'apostolo Paolo si fermò nella città di Perge durante il suo primo viaggio di missione. Andò ad Antiochia via mare da Perge, tornò a Perge al suo ritorno e fece il suo discorso.

A partire dal I secolo d.C., Perge si è adattato all'ordine mondiale che ha creato e ha cercato di prendere il suo posto in esso. È stata una delle città importanti di Panfilia dal periodo ellenistico. Utilizzando l'ambiente di pace fornito con Pax Romana, ha raggiunto un ambiente confortevole. Perché la regione della Panfilia era un'area in cui i Diadok avevano difficoltà a mostrare forza nel periodo ellenistico. All'inizio del periodo ellenistico, i Tolomeo e i Seleucidi hanno combattuto per la sovranità. Dopo che il popolo di Tolomeo si ritirò dalla regione, i rivali di Selevkos divennero il Regno di Bergama. Nei conflitti ellenistici, le città della Panfilia non potevano creare ambienti adatti al loro sviluppo. Con Pax Romana, le città sono entrate in un nuovo processo iniziale per migliorarsi (ad esempio: il muro ellenistico nella parte meridionale di Perge è stato rimosso e l'Agorà con il bagno meridionale è stata costruita). I compassi hanno sempre cercato di avere buoni rapporti con gli imperatori romani. Apollonio, figlio di Lysimakhos di Pergeli, andò a Roma come ambasciatore. Forse, con le iniziative speciali di Apollonio, Germanico visitò anche Perge durante il viaggio orientale.

Costruzione di Gymnasion e Palaestra

A metà del I secolo, Gaio Giulio Cornuto costruì una Palestra e Palaestra a Perge durante il periodo di Nerone.
Nel periodo di 7 mesi di Galba, Pamfilya è stata combinata con la Galazia. Vespasian ha rimodellato lo stato di "Lycia et Pamphylia", rendendo di nuovo gli stati di Lykia e Pamphylia. Anche l'imperatore Vespasiano conferì alla città di Perge il titolo di Neokorie e l'imperatore Domiziano diede l'autorità per l'asilo al tempio della dea Artemide Pergaia. Nel periodo domiziano, i fratelli Demetrios e Apollonios hanno cucito un arco trionfale all'intersezione delle due strade principali di Pergen. I fratelli Pergeli Demetrios e Apollonios appartenevano a una ricca famiglia della città.

Periodo di Adriano e dopo

Sotto il dominio di Adriano, il loro status fu cambiato a condizione che la Provincia di Lyato e della Panfilia, la Provincia di Sanato, la Bitinia e la Provincia Imperiale del Ponto. Questa disposizione era solo una modifica obbligatoria che è durata per tre o quattro anni. La più importante fonte epigrafica appartenente al periodo Adriano sono le iscrizioni ciste appartenenti alla famiglia Plancii. La famiglia Plancii svolge un ruolo importante per la storia di Perge durante il periodo imperiale romano. Plancius Rutilius Varus fu senatore durante il periodo Flavio e divenne il Proconsole di Bitinia e Provincia del Ponto nel 70-72. La figlia di Plancius Rutilius Varus è Plancia Magna, uno dei nomi colorati del pesce persico. Plancia Magna era sposata con il senatore Gaius Julius Cornutus Tertullus. La coppia ha un figlio di nome Gaio Giulio Plancius Varus Cornutus. Plancia Magna ha cercato di rinnovare e arricchire l'intera città con le sue attività di suddivisione in zone vivendo con tutte le sue forze. La famiglia Plancii avrebbe dovuto avere una forte posizione politica nella città di Perge, specialmente durante il periodo di Adriano.

L'ingresso della città è stato portato più a sud dalla porta elenistica prima delle attività di sviluppo di Plancia Magnan. Il cortile interno dietro le torri ellenistiche è stato trasformato nel centro di propaganda della città su richiesta della Plancia Magna. Posizionò le sculture di Helen Ktistes nelle nicchie nella parete orientale del cortile e le ktistes romane nelle nicchie occidentali. Le cisti romane furono date come padre, fratelli, marito e figlio. La gente di Perge voleva dimostrare che le loro organizzazioni non erano nuove, ma tornarono alla colonizzazione di Helen. Perge aveva il diritto di partecipare ai festival Panhellenia con questa mitologia di base. Le festività di Panhellenia furono fondate dall'imperatore Adriano, sviluppate in relazione alla cultura ellenica, e Atene fu scelta come capitale del mondo ellenistico. Piccole città asiatiche potrebbero anche partecipare ai festival Panhellenia. L'unico requisito era di andare ad Atene con una domanda ufficiale e dimostrare che era stata stabilita come una colonia ellenica. La domanda ufficiale è stata esaminata dalla commissione ad Atene, se la domanda è stata accettata, la città è stata dichiarata membro della Panhellenia. Dopo l'accettazione ufficiale, ebbe le sculture in bronzo dei fondatori o dei fondatori della città e inviato ad Atene. Queste sculture sono state esposte in una galleria. Basato su Panhellenia, i compassi devono aver voluto esporre una statua delle Ciste elleniche nella loro città. Il nome della città "Perge" non ha una radice greca.

È improbabile che si distingua la storia successiva di Pamfilya dalla storia romana. Sotto la direzione di Marco Aurelio, Panfilia divenne di nuovo lo Stato del Senato. Ma Panfilia è sempre stata una parte dell'Impero Romano. Incertezze continue si sono verificate nella situazione politica in Asia Minore a causa dell'indebolimento del governo centrale nel tardo periodo romano. Le parti divennero la società nemica, che creò un grave problema per i romani al confine orientale e la situazione divenne più difficile con il dominio sassanide nel 3 ° secolo. Schapur I (241-272) catturò l'imperatore romano Valeriano (253-260) nella guerra vicino a Karrai ed Edessa. Alcune città di Panfilia ai tempi di Valeriano, Gallieno e Tacito erano luoghi in cui si trovavano le guarnigioni romane. Perché questo periodo sono gli anni in cui sono emersi pericoli e catastrofi per l'Asia Minore. Gli storici antichi riconoscono tra 235 e 284 anni che l'Impero romano era in crisi. I Sassanidi attaccarono Kapadokia e disperse i porti della Cilicia. Side è diventato un porto importante per l'esercito romano. Le città di Pamphylia hanno mostrato un grande sviluppo mentre hanno vissuto un periodo ricco nel 3 ° secolo. Durante il regno di Valeirano e Gallieno, Panfilia divenne di nuovo lo stato imperatore. Gli anni dell'amministrazione di Gallieno e Taticus furono anni positivi per la città di Perge. Il culto imperiale fu enfatizzato nei documenti epigrafici e numismatici dal nome di Neokorie durante il periodo di Gallieno. La corsa tra Side e Perge gioca un ruolo importante in questo senso.

Durante le guerre gotiche, l'imperatore Tacito scelse Perge come centro principale e portò la volta imperiale in città. L'imperatore Tacito dichiarò 274-275 Perge la metropoli della provincia di Panfilia. La città è molto orgogliosa di essere la metropoli. The Compasses ha scritto una poesia per l'imperatore. Il poema esiste ancora come una raschiatura su due obelischi in un luogo chiamato via Tacito. Dato che Side è una città portuale, Pamfilya è sempre stata una città forte. Nonostante il tempio di Artemide Pergaia, famoso in tutto il mondo, non è mai stato nella regione come la prima città. Questa corsa tra le città di Panfilia è sempre esistita. Per un periodo molto breve, Perge ha avuto successo contro il suo avversario a lungo termine. Perge verrà mostrata come la prima città di Panfilia al tempo di Probus.

Gli attacchi degli isaurici e l'indebolimento della regione

Nel 286, Diokletianus avrà voce in capitolo nella metà orientale dell'Impero. Licia e Panfilia sono diventati stati singolari con il regolamento statale Diokletianus fatto. I goti hanno dominato la regione scendendo dall'Isauria attraverso le montagne del Tauro a Kilikia durante il periodo Gallieno e disconnesso dall'Anatolia centrale con l'autostrada. Pertanto, la connessione commerciale è stata interrotta. Pamfilya perse la sua importanza alla fine del 3 ° secolo. Imperatore III. Quando Gordinao fece un viaggio verso est, si fermò vicino a Perge. Una statua fu eretta in città in onore della visita dell'imperatore. Si comprende dall'iscrizione trovata a Perge, anch'essa datata allo stesso periodo di imperatore, che Pamfilya è solo uno stato. Lo stato di Lycia et Pamphylia deve essere continuato fino al 313. Aurelio Fabio è il primo governatore della provincia di Lycia, dimostrato per la prima volta da documenti epigrafici. Il periodo di governatorato di Aurelio Fabius fu tra il 333-337. 313 e 325 sono le date in cui entrambi gli stati erano insieme. Quindi i due stati furono rigorosamente separati. Nella seconda metà del IV secolo, gli isaurici attaccarono la Panfilia. Gli isaurici chiusero le strade sulle montagne del Tauro e organizzarono incursioni per raccogliere bottino all'interno della Panfilia. Sebbene i Pamphyriani vivessero nel benessere di Pax Romana per molti anni, cercarono di sopravvivere negli anni della crisi del 4 ° secolo o costruirono nuovi sistemi di difesa o ripararono quelli vecchi. Nel 4-368, gli Isaurici ricominciarono ad agire rafforzando i loro attacchi militari. Gli attacchi e la distruzione degli isaurici 377 e 399/405 a Pamphylia sono stati molto forti. Tuttavia, la distruzione di Panfilia con Zenon, re di Isauria, fu fermata. Nel V secolo, Pamfilya conobbe un periodo di ri-sviluppo e un periodo luminoso.

Periodo dell'Impero Romano d'Oriente e abbandono della città

Durante il periodo dell'Impero Romano d'Oriente, nella sistemazione di Diocesano in Panfilia, Side fu dichiarato il primo centro diocesano e Perge il secondo centro diocesano. Qui è stata vista la rivalità tra le due città tradizionali. L'unica questione che non è certa è la questione di quale città sia la capitale della Panfilia. Le incursioni arabe iniziarono nel VII secolo. Non vi sono informazioni dirette su Perge nella tarda antichità e nel periodo bizantino. Solo le dichiarazioni finali delle riunioni dell'Assemblea della Chiesa possono essere ascoltate. La gente di Perge iniziò a lasciare la città gradualmente tra queste date. Nel 7 ° secolo, il viaggiatore Evliya Çelebi venne a Pamfilya. Evliya Çelebi menziona un insediamento chiamato fortezza di Tekke in questa regione. La fortezza di Tekke e alcuni ricercatori sostengono che l'antica città di Perge potrebbe essere lo stesso insediamento. Non sono stati trovati resti o rovine ottomani durante gli scavi archeologici effettuati nella città di Perge. Il moderno insediamento di oggi Aksu si trova a circa 17 km a sud della città. Per questi motivi, l'insediamento principale di Perge deve essere stato abbandonato dalla sua gente in qualsiasi momento dopo il periodo bizantino.

Storia religiosa

Paolo, o il suo vero nome, Saul e il suo compagno Barnaba, visitarono Perge due volte, secondo quanto scritto nel Nuovo Testamento. Hanno fatto la loro prima visita per servire come missionari e predicatori. Da lì, hanno viaggiato verso Antiochia (Antakya) in direzione sud-est, arrivando in Attalia (ora Antalya), che si trova a 15 km oltre per viaggiare in nave.

Secondo i registri greci, Perge fu citata come la metropoli della regione di Panfilia fino al 13 ° secolo.

Rovine della città

Gli importanti resti di Perge, dove i primi scavi furono avviati dall'Università di Istanbul (da AMMansel) nel 1946, sono:

teatro

Si compone di tre sezioni principali: Cavea (l'area in cui si siede il pubblico), Orchestra e Scene (Sahne). L'area dedicata all'orchestra tra la cavea e il palcoscenico è leggermente più grande del semicerchio. Combattimenti di gladiatori e animali selvatici si sono svolti nell'area dell'orchestra per un po ', che erano anche popolari nello stesso periodo. Ha una capacità di 13000 spettatori. Ci sono 19 file in basso e 23 in alto. Il fatto che la parte dell'orchestra sia circondata da corrimano nel teatro dimostra che qui si tenevano anche spettacoli di gladiatori. Ma la parte più interessante del teatro Perge è l'edificio. Ci sono rilievi raffiguranti la vita del dio del vino Dioniso sotto forma di dipinti sulla faccia dell'edificio del palcoscenico che si apre sulla torre con 5 porte. I rilievi in ​​marmo nell'edificio del teatro del teatro Perge sono anche rappresentati come cornici di un film. Sebbene molti di questi rilievi siano stati gravemente danneggiati a causa della demolizione dell'edificio del palcoscenico, le sezioni che descrivono la vita di Dioniso sono abbastanza comprensibili.

stadio

Perge Stadium è uno dei migliori stadi dal mondo antico ai giorni nostri. Il materiale principale dell'edificio, che ha una sottile pianta rettangolare lunga, è costituito da blocchi di conglomerato, la pietra naturale della regione. Ha una dimensione di 234 x 34 metri ed è chiuso a forma di ferro di cavallo nordico. La struttura è composta da 30 file di sedili, 10 delle quali sono chiuse su entrambi i lati lunghi e 70 delle quali sono sul lato corto e 11 archi sono posizionati sul substrato. L'altezza delle file è di 0.436 m. e la sua larghezza è di 0.630 m. Il livello superiore è 3.70 m. Si compone di file con la schiena sull'ampia area escursionistica. Si ritiene che vi sia un monumentale ingresso in legno sul bordo corto meridionale. Dalle iscrizioni si comprende che gli spazi vuoti dell'arco che portano i bordi lunghi sono usati come negozi, il nome del proprietario del negozio su di essi e il tipo di merce venduta. Si può dire che lo stadio iniziò a essere costruito nella seconda metà del I secolo d.C. Sono circa 1 persone.

Agora

È il centro commerciale e politico della città. Ci sono negozi in tutto il cortile nel mezzo. La base di alcuni negozi è coperta di mosaico. Uno dei negozi si apre all'agorà e l'altro alle strade che circondano l'agorà rispettivamente. A seconda della pendenza del terreno, i negozi dell'ala sud hanno due piani. Nel periodo dell'Impero Romano d'Oriente, gli ingressi principali diversi dall'ingresso occidentale erano coperti da un muro e l'ingresso settentrionale era probabilmente usato come cappella. L'agorà, che ha una struttura rotonda con un diametro di 13,40 m nel mezzo della piazza, misura 75.92 x 75.90 m.

Via Colonnata

Si trova tra la fontana (nympheum) e l'insediamento ai piedi dell'acropoli. Nel mezzo di 2 m. un ampio canale d'acqua divide la strada in due.

Porta ellenistica

Il muro ellenistico ha tre porte ad est, ovest e sud. Questa porta a sud è una porta del cortile. AVANTI CRISTO. La porta ellenistica, risalente al 2 ° secolo, è un edificio monumentale con una pianta ovale a cortile, protetta dalla torre a due piani a quattro piani per la comprensione dell'epoca. La presenza di tre fasi è stata rilevata al cancello. Fu trasformato in un cortile d'onore subendo alcune modifiche nel 121 d.C. Nel frattempo, si comprende che fu creata un'architettura a facciata colonnata in cui le pareti ellenistiche erano ricoperte di marmi colorati e le sculture appartenenti a Dio e ai leggendari fondatori della città furono collocate nelle nicchie che si aprivano sulle pareti.

Una vista dal bagno del sud

Il bagno del sud, uno degli edifici meglio conservati della città, attira l'attenzione con le sue dimensioni e monumentalità rispetto alle sue controparti nella regione della Panfilia. Gli spazi dedicati a diverse funzioni come vestirsi, bagni freddi, bagni caldi, bagni caldi, movimenti del corpo (palaestra) sono allineati fianco a fianco e la persona che viene al bagno è stata trasferita da un luogo all'altro per beneficiare del complesso del bagno. Il sistema di riscaldamento sotto il pavimento di alcuni luoghi può essere visto oggi. Il bagno meridionale di Perge riflette le attività di costruzione, modifica e aggiunta di diverse fasi dal I secolo d.C. al V secolo d.C.

Altri edifici a Perge sono necropoli, mura cittadine, palestra, fontane monumentali e porte.


Sii il primo a commentare

Yorumlar