Passare al periodo di ricerca e sviluppo nell'ambito dell'istruzione professionale

R & S nell'istruzione professionale
R & S nell'istruzione professionale

Mahmut Özer, viceministro della pubblica istruzione, ha riferito a un giornale dei suoi piani post-epidemia per i centri di ricerca e sviluppo istituiti nelle scuole superiori professionali. Özer ha dichiarato: “Avremo circa 20 centri di ricerca e sviluppo. Ogni centro si concentrerà su un'area diversa. "


L'intervista del viceministro dell'istruzione nazionale Özer è la seguente: "Stiamo andando al periodo di ricerca e sviluppo nell'istruzione professionale" Il viceministro dell'istruzione nazionale Özer ha dichiarato che questo sarà uno dei risultati più importanti dell'epidemia di educazione professionale, 19 Ne aggiungeremo di nuovi considerando la distribuzione. Avremo circa 20 centri di ricerca e sviluppo. Ogni centro si concentrerà su un'area diversa. Ad esempio, un centro si occuperà solo di software, mentre un altro si concentrerà sulle tecnologie dei dispositivi biomedici. Il suo obiettivo principale sarà lo sviluppo del prodotto, il brevetto, il modello di utilità, la progettazione e la produzione del marchio, la registrazione e la commercializzazione. Aumenteremo costantemente la gamma di prodotti. Ora condurremo i nostri corsi di formazione per insegnanti in questi centri regionali di ricerca e sviluppo. " Dichiarando che il curriculum di istruzione professionale verrà aggiornato rapidamente dopo il processo di automazione, software, tecnologie di intelligenza artificiale e competenze digitali, Özer ha sottolineato che i centri di ricerca e sviluppo contribuiranno in modo significativo all'aggiornamento.

Il Ministero della Pubblica Istruzione (MoNE) ha iniziato un grande attacco nei giorni di lotta contro l'epidemia di kovid-19. Un gran numero di prodotti è stato prodotto dai materiali di disinfezione necessari prima della scuola, dalla maschera, dalla trincea di protezione del viso agli abiti e tute usa e getta. In questo modo, MEB ha dato un contributo molto importante alla prevenzione dell'epidemia nei primi giorni della lotta. Quindi ha continuato la produzione di maschere, dispositivi di filtraggio dell'aria, dispositivi per video laringoscopio da respiratore. In questo processo, che mostra l'importanza di una forte istruzione professionale, il viceministro del MoNE Mahmut Özer ha spiegato che tipo di pianificazione dell'istruzione professionale sarebbe stata dopo lo scoppio di kovid-19.

'Siamo stati colpiti negativamente'

Durante i giorni della lotta contro Kovid-19, la formazione professionale ha dato un esame positivo. Cosa prevedi per il futuro dell'educazione professionale, che ha anche un'esperienza incredibile?

L'istruzione professionale ha apportato un contributo molto importante nel nostro paese attraverso la formazione delle risorse umane con le competenze professionali necessarie per il mercato del lavoro da anni. L'istruzione professionale ha avuto un periodo depresso soprattutto dopo l'applicazione del coefficiente. In questo periodo, l'istruzione professionale ha smesso di essere la scelta degli studenti di successo accademico. Negli anni seguenti, si è verificato un secondo shock nell'applicazione dei punti di collocamento a tutte le scuole superiori. Ciò che è accaduto dopo che la domanda di coefficiente ha iniziato a ripetersi, l'istruzione professionale si è nuovamente trasformata in un'opzione obbligatoria per gli studenti relativamente senza successo. Questi processi hanno influenzato negativamente il morale dei nostri dirigenti e insegnanti nelle nostre scuole superiori professionali. L'istruzione professionale è diventata nota per problemi, assenteismo studentesco e reati disciplinari. Di conseguenza, l'incapacità dei laureati di soddisfare le aspettative del mercato del lavoro ha rafforzato la percezione negativa verso l'istruzione professionale. Pertanto, si è verificata una grave perdita di fiducia in se stessi nell'istruzione professionale.

'Autostima acquisita'

La fiducia in se stessi viene riguadagnata seriamente in questo processo?

Esattamente. Il contributo più importante di questo processo è stato quello di ritrovare la fiducia in se stessi nei vecchi tempi prestigiosi dell'educazione professionale. Ha mostrato cosa poteva fare quando i suoi problemi erano stati risolti, date opportunità e motivati. In questo processo, è arrivato all'ordine del giorno con la sua capacità di produzione e produzione, non con problemi di istruzione professionale. Man mano che le organizzazioni mediatiche nazionali e internazionali danno più successo, aumenta la fiducia in se stessi. Poiché la convinzione in ciò che possono fare, produrre e ciò che producono è preziosa, il successo è arrivato.

'Ogni centro si concentrerà su un'area'

I centri di ricerca e sviluppo saranno permanenti nei giorni successivi allo scoppio di Kovid-19?

Nell'istruzione professionale, stiamo attraversando il periodo di ricerca e sviluppo. Questo sarà uno dei risultati più importanti dell'epidemia di Kovid-19 nell'istruzione professionale. In questo processo, ne aggiungeremo di nuovi ai centri di ricerca e sviluppo che abbiamo istituito, tenendo conto della distribuzione regionale. Questi studi stanno per essere completati. Avremo circa 20 centri di ricerca e sviluppo. Ogni centro si concentrerà su un'area diversa. Ad esempio, un centro si occuperà solo di software, mentre un altro si concentrerà sulle tecnologie dei dispositivi biomedici. I centri saranno in costante comunicazione tra loro e si sosterranno a vicenda. Questi centri saranno anche centri di eccellenza. Il suo obiettivo principale sarà lo sviluppo del prodotto, il brevetto, il modello di utilità, la progettazione e la produzione del marchio, la registrazione e la commercializzazione. Aumenteremo costantemente la gamma di prodotti. Ora condurremo i nostri corsi di formazione per insegnanti in questi centri regionali di ricerca e sviluppo. Questi centri contribuiranno inoltre in modo significativo all'aggiornamento del curriculum di istruzione professionale.

La loro fiducia è aumentata

Possiamo dire che gli investimenti che MEB ha fatto nell'istruzione professionale negli ultimi due anni hanno fruttato?

Si. Come ministero, ci siamo davvero concentrati sull'istruzione professionale. Abbiamo realizzato progetti molto importanti uno dopo l'altro. Ancora più importante, per la prima volta, abbiamo effettuato collaborazioni intense e complete con forti rappresentanti dei settori in tutti i campi dell'istruzione. Pertanto, la fiducia dei settori nell'istruzione professionale è aumentata gradualmente. Tutti questi passaggi hanno permesso di produrre una risposta rapida, collettiva e dinamica in questo processo.

Come pianificherai d'ora in poi?

Continueremo a rafforzare il ciclo di istruzione-produzione-occupazione nell'istruzione professionale. Aggiorneremo costantemente la formazione in una cooperazione più forte con il mercato del lavoro. Trasformeremo le nostre scuole superiori professionali nei centri di produzione. Aumenteremo continuamente la capacità di produzione di prodotti e servizi, in particolare nell'ambito dei fondi rotativi. Ad esempio, nel 2019, abbiamo aumentato le entrate ottenute dalla produzione in questo ambito del 40 percento a 400 milioni di TL. Nel 2021, il nostro obiettivo è 1 miliardo di TL di produzione. Il problema più importante è migliorare la capacità e le condizioni di lavoro dei laureati nel mercato del lavoro. Le collaborazioni che abbiamo stabilito con i settori prioritari per l'occupazione sono state i nostri primi passi verso questo obiettivo. Questi passaggi continueranno a diventare più forti.

"Sono stati prodotti tutti i prodotti su cui ci siamo concentrati"

Hai istituito centri di ricerca e sviluppo nelle scuole superiori professionali. Qual era lo scopo?

Il contributo della formazione professionale nei giorni della lotta contro Kovid-19 era duplice. La prima fase prevedeva la produzione in serie e la consegna della maschera, del disinfettante, della trincea di protezione del viso, del grembiule e della tuta monouso necessari. Questa fase ha avuto molto successo e le produzioni in questo contesto sono ancora in corso. La seconda fase si è concentrata sulla progettazione e produzione di dispositivi come respiratori e macchine per maschere necessarie per combattere il kovid-19. Per avere successo nella seconda fase, abbiamo istituito centri di ricerca e sviluppo all'interno delle nostre scuole superiori anatoliche professionali e tecniche nelle nostre province con una forte infrastruttura. Abbiamo rafforzato l'infrastruttura dei nostri centri di ricerca e sviluppo per la progettazione e la produzione di questi prodotti. Studi molto intensivi sono stati condotti in questi centri che abbiamo istituito nelle nostre province come Istanbul, Bursa, Tekirdağ, Ankara, Smirne, Konya, Mersin, Muğla e Hatay. In questi centri, siamo stati in grado di produrre tutti i prodotti su cui ci siamo concentrati. In questo contesto, molti prodotti sono stati progettati e realizzati come macchina per maschera chirurgica, respiratore, macchina per maschera standard N95, dispositivo per video laringoscopio, letto per terapia intensiva, dispositivo di filtrazione dell'aria, unità di campionamento.

Cooperazione con ITU-ASELSAN

Considerando l'aggiornamento del curriculum, farai nuovi aggiornamenti, considerando che il mercato del lavoro si evolverà anche dopo l'epidemia di Kovid-19?

Ovviamente. Dopo questo processo e ci sarà un rapido rinnovamento del curriculum per le competenze digitali. Non consideriamo gli istituti di istruzione professionale e tecnica come istituti in cui viene fornita solo la formazione di abilità. Vogliamo che tutti i nostri studenti acquisiscano competenze chiave in modo che possano adattarsi alle mutevoli condizioni tecnologiche e sociali. Nel tempo, vogliamo ridurre la distinzione tra istruzione professionale e istruzione generale. Pertanto, collaboriamo con organizzazioni sia tecnicamente che accademicamente forti come ITU e ASELSAN. Le competenze necessarie in base al livello tecnologico del settore nel mercato del lavoro saranno aggiunte al curriculum in tutte le professioni che insegniamo. Tuttavia, non ci accontenteremo di questo, ma lavoreremo per rafforzare le competenze generali dei nostri laureati.



Sii il primo a commentare

Yorumlar