Le catene di rifornimento spezzano le epidemie di coronavirus!

l'epidemia di coronavirus rompe le catene di approvvigionamento
l'epidemia di coronavirus rompe le catene di approvvigionamento

Con l'epidemia di coronavirus, abbiamo visto chiaramente come si manifesta l'effetto bullwhip (domanda esagerazione) nelle catene di approvvigionamento. Alcuni prodotti sono diventati invisibili, gli scaffali del mercato sono vuoti e i loro prezzi sono raddoppiati. Gli stabilimenti produttivi si sono fermati a causa di problemi di approvvigionamento parziale. Gli Stati hanno adottato misure aggiuntive per proteggere i produttori. D'altra parte, ci sono state esplosioni nel commercio elettronico. I servizi di asporto sono aumentati incredibilmente.


La distanza fisica è diventata importante. Le catene di approvvigionamento sanitario temporaneo dovevano essere istituite rapidamente. I transiti TIR si fermarono ai bordi e si formarono code TIR. I conducenti di veicoli hanno iniziato ad applicare un periodo di quarantena di 14 giorni. Nel trasporto RO-RO, i conducenti non potevano essere trasportati in aereo e il loro soggiorno nell'Unione europea è stato ridotto. La carenza di driver già esistente è stata colmata. A causa delle limitazioni del trasporto su strada, il trasporto merci è passato al trasporto marittimo e ferroviario. C'è stato un aumento significativo della domanda. A causa del fatto che i contenitori di importazione non potevano essere svuotati in tempo nelle vie marittime, quando la necessità di contenitori vuoti aumentava nei porti di esportazione, i prezzi aumentavano con la condizione di carburante più pulito. Ordini urgenti sono stati registrati per il trasporto aereo. Tuttavia, a seguito dell'annullamento dei voli degli aeromobili passeggeri, la capacità di carico è diminuita radicalmente e sono state avviate le prenotazioni dopo settimane. I tempi di spedizione sono aumentati a seguito delle operazioni di disinfezione dei vagoni ai valichi di frontiera. Di conseguenza, le catene di approvvigionamento sono state rotte? Sì. L'effetto bullwhip nelle catene di approvvigionamento può essere prevenuto solo sincronizzando le catene di approvvigionamento. Il flusso di informazioni rapido e preciso è il problema di base. Come afferma l'Organizzazione mondiale della sanità: "test, test, test". Le parti della catena di approvvigionamento dovrebbero pianificare in anticipo il rapido flusso di informazioni e agire insieme per la normalizzazione delle attività. Le soluzioni a centro singolo non sono sufficienti.

Il processo in corso ci ha mostrato ancora una volta l'importanza della logistica. Abbiamo visto perché le funzioni logistiche sono importanti nel fornire servizi sostenibili sia in termini di sostenibilità della catena di approvvigionamento in salute sia nel soddisfare le esigenze nutrizionali, igieniche, ecc. Delle persone. Oltre al coprifuoco, devono essere soddisfatti i bisogni fondamentali di chi non può uscire.

I costi della catena di approvvigionamento sono la somma dei costi di acquisto, produzione e logistica. La nostra conclusione da eventi recenti mostra che dobbiamo stabilire catene di approvvigionamento più resistenti e distinguere tra misure di catastrofe e post-catastrofe. Dobbiamo trovare metodi di commercio estero senza contatto durante i periodi epidemici. A questo punto, diventano importanti gli investimenti in infrastrutture che aumenteranno il commercio estero per ferrovia. È chiaro che devono essere ulteriormente sviluppati il ​​cambio del conducente alla frontiera, il cambio del container (full-full, full-empty), il cambio del semirimorchio e la disinfezione rapida. A tale scopo è necessario creare zone buffer. Devono essere presi in considerazione percorsi alternativi e porte di confine e devono essere prese in considerazione soluzioni di messa in servizio rapida. Paesi diversi hanno pedaggi diversi su rotte diverse. Percorsi appropriati possono essere creati attraverso accordi temporanei con questi paesi.

Il periodo di quarantena di 14 giorni applicato ai conducenti di veicoli all'ingresso di frontiera dovrebbe essere rimosso dall'applicazione il più presto possibile e l'ingresso / uscita dei conducenti di veicoli turchi e stranieri dovrebbe essere consentito con i kit di prova alle frontiere. È necessario aumentare la durata del soggiorno dei conducenti di veicoli nei paesi dell'UE. Le domande di visto per conducente dovrebbero essere valutate come prioritarie e il nuovo visto dovrebbe essere esteso estendendo il periodo. Con il coordinamento delle istituzioni pertinenti, dovrebbe pubblicare le tolleranze che verranno applicate durante i periodi di lavoro e di riposo, il che non influirà negativamente sulla sicurezza e che i tempi dovrebbero essere prolungati in base alle necessità. Al fine di semplificare i processi aziendali dei contenitori per l'esportazione marittima, l'applicazione della pesatura del peso lordo verificato (VGM) dovrebbe essere interrotta e le agenzie di spedizione dovrebbero richiedere una lettera di impegno alle società di spedizione. È necessario riconsiderare il sistema conducente / carico e semplificare e accelerare l'offerta di tachigrafi di conducenti e imprese. Dovrebbe essere pianificata la fornitura di nuovi autisti che lavorino nel trasporto internazionale (formazione, esame, certificazione) e la disponibilità su Internet di alcuni corsi di formazione SRC e ADR ed esami dovrebbero essere valutati.

Il lavoro a turni presso i dipendenti pubblici prolunga i processi aziendali. Invece, il processo dovrebbe essere accelerato garantendo l'uso efficiente dei processi di elaborazione senza carta e dovrebbero essere prese misure per prevenire la perdita di posti di lavoro in ogni fase. Nel pacchetto annunciato, non esiste un supporto speciale per il settore logistico, che è fortemente influenzato dall'epidemia, tranne per il fatto che i pagamenti della dichiarazione IVA sono ritardati di 6 mesi. Questo supporto è già stato fornito a 16 settori. In questo periodo, la SCT nel carburante, che rappresenta un importante elemento di costo per la logistica, dovrebbe essere rimossa e il servizio dovrebbe essere fornito a condizioni più favorevoli.

Come passo a medio termine, i nostri principali corridoi di trasporto che collegano i nostri principali corridoi internazionali che coprono il nostro paese e i centri logistici / i villaggi da istituire su questi corridoi dovrebbero essere determinati al fine di garantire il flusso di merci e ridurre i rischi.

Ci sono molte aziende nel nostro paese nell'ambito delle catene di approvvigionamento globali. I paesi occidentali non vogliono produrre alcuni prodotti nel proprio paese. La Turchia sta crescendo con il modello di sviluppo orientato all'esportazione. Tuttavia, dovremmo anche considerare il fatto che dipendiamo dalle materie prime. Pertanto, dovremmo definire i problemi che stiamo riscontrando nel processo di acquisizione di queste materie prime molto bene e concentrarci sui punti di soluzione qui. Alcuni prodotti non sono prodotti in Turchia. Pertanto, dobbiamo sempre essere nelle catene di approvvigionamento globali.
L'importante è calcolare tutti i rischi e adottare le misure necessarie. Dobbiamo eseguire la gestione dei rischi in modo sistematico e continuo in modo proattivo in termini di catena di approvvigionamento e logistica e rafforzare il nostro sistema di gestione delle crisi a breve termine. Quindi dobbiamo trovare modi per passare economicamente dal modello di fornitura a centro singolo al modello di fornitura a più centri. Dobbiamo produrre prodotti strategici nel nostro paese.

Di conseguenza, è emersa nuovamente l'importanza di opzioni e agilità eccessive nelle catene di approvvigionamento. Resta inteso che le opzioni dovrebbero essere determinate in anticipo sia nei processi logistici che nella produzione, e gli sviluppi dovrebbero essere monitorati in modo dinamico e quello più appropriato dovrebbe essere utilizzato in base alle condizioni.

professore Dr. Mehmet TANYAŞ
Presidente dell'Associazione logistica (LODER)


Ricerca di notizie ferroviarie

Sii il primo a commentare

Yorumlar