I lavoratori 300 lasciano il lavoro all'aeroporto di Istanbul

Il lavoratore dell'aeroporto di Istanbul lascia il lavoro
Il lavoratore dell'aeroporto di Istanbul lascia il lavoro

I lavoratori dell'aeroporto di Istanbul non hanno lavorato stamattina dopo l'omicidio di lavoro di ieri. Circa i lavoratori di 300 si sono riuniti nella mensa lasciando il lavoro, hanno detto che non lasceranno il campo fino a quando non saranno prese le misure necessarie.

Secondo Evrensel, Mehmet Aydin di 18, che lavora come condizionatore d'aria nella costruzione di Berko, il subappaltatore della compagnia cargo DHL all'aeroporto di Istanbul, è morto ieri cadendo nel pozzo dell'ascensore. I suoi colleghi hanno detto che Mehmet Aydın, che è venuto a lavorare con gli zii di Van Erciş, sarebbe stato menzionato una settimana dopo, che stavano lavorando con gli straordinari sul cantiere, che non c'erano luci e luci sui marciapiedi e che dovevano camminare con la luce del telefono cellulare.

I lavoratori che affermano che le misure di sicurezza non vengono prese dal cantiere, la passerella nell'oscurità del pozzo dell'ascensore non è chiusa e fissa, affermando che si ritiene che i turni serali di Mehmet Aydin nell'oscurità del pozzo siano presi dalla cavità del pozzo caduta nel pozzo dell'ascensore, ha detto.

I lavoratori hanno mostrato come sono atterrati sulle scale senza luce, senza ringhiere, ha detto. I lavoratori richiedono illuminazione e ringhiera.

Non funzioneranno a meno che non vengano prese misure fino a 4 NOVEMBRE

Circa i lavoratori 300 che lavorano all'aeroporto di Istanbul hanno reagito all'omicidio intervenendo per smettere. 4 ha dichiarato che non saranno sul posto di lavoro a meno che non vengano prese le misure necessarie entro lunedì di novembre. , Anche con questo tempo, stiamo lavorando in condizioni sfavorevoli. Il clima è molto freddo e il subappaltatore e la casa madre dicono di non poter nemmeno distribuire un cappotto. "

Ricerca di notizie ferroviarie

Sii il primo a commentare

Yorumlar